Genova: Voci d’Europa Omaggio in musica alla città di Genova

Venerdì 26 aprile alle 10 nel Salone di Rappresentanza Palazzo Tursi. L’iniziativa nell’ambito del progetto europeo

Peregrinus: un ponte tra le Nazioni

Venerdì 26 aprile alle ore 10, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi il Lady Choir di  Bangor (Nord Irlanda), insieme con Catriona McElhinney Grimes (Fingal, Repubblica d’Irlanda) e Maddalena Scagnelli della Scola Columbani di Bobbio (Italia), offriranno il concerto “Omaggio in Musica alla Città di Genova”.

L’evento è organizzato dal Centro Europe Direct del Comune di Genova, l’associazione culturale Green Butterflies e il Comando unificato dell’Esercito, nell’ambito del progetto Peregrinus: un ponte tra le Nazioni.

Saranno presenti il Sindaco di Genova, l’assessore comunale alle Pari Opportunità, il colonnello Gianfranco Francescon, Comandante del Comando Militare Esercito Liguria, Manuela Bertoncini dell’Associazione culturale Green Butterflies, Mons. Piero Coletto, Amici di San Colombano Bobbio, Diarmuid Healy, Friends of Saint Columbanus Repubblica d’Irlanda e Jaques Prudon, Amis de Saint Colomban.

Il Progetto Peregrinus sviluppato dal 2012 dall’associazione culturale Green Butterflies in collaborazione con enti e associazioni nelle sette Nazioni attraversate dal Cammino di Colombano – Repubblica d’Irlanda, Inghilterra, Francia, Germania, Svizzera, Austria ed Italia –  è stato definito “un Ponte tra Nazioni”. Un ponte culturale i cui pilastri sono le Comunità, che vede protagonisti cittadini europei “uniti nella diversità” i quali condividono la comune eredità culturale dei monaci irlandesi, in particolare di Colombano che attraversò l’Europa 1400 anni or sono e per primo scrisse di “Europa Tutta”, evocato da uno dei padri fondatori dell’Unione Europea Robert Schuman nel 1950.

L’ideatrice di Peregrinus è l’architetto Manuela Bertoncini, che ha realizzato un’opera composta da 12 lastre di ardesia su cui è incisa, a mano, l’arcata di un ponte e una delle lettere che compongono la scritta TOTIUS EUROPAE. Le lastre sono state accolte dalle Comunità, che si fanno umani pilastri di questo ponte culturale e in cambio hanno donato una zolla della terra natia, terra che dona cibo e che ospita le fondazioni delle case scrigno del bene più prezioso: le famiglie che costituiscono la Comunità Europea.

Prima del concerto avrà luogo la cerimonia dello scambio dei doni: alla città di Genova verrà consegnata la dodicesima lastra di ardesia, con incisa la lettera A di TOTIUS EUROPAE dell’opera Via Domus, e Genova donerà una zolla di terra che verrà custodita in parte a Bobbio e in parte a Bangor (NI).

Le altre undici lastre sono conservate a Palazzo Marino a Milano, nel Palazzo del Comune di San Colombano al Lambro (MI), nel Palazzo del Comune di Bobbio (PC), nell’abbazia di Luxeuil-les-Bains in Francia, a Friedrichshafen in Germania, a Bregenz in Austria, a Rorcharch in Svizzera, nell’Università di Galway e nella sede del Comune di Navan in Repubblica d’Irlanda, nella Bangor Abbey e in St Comgall a Bangor nel Nord Irlanda (UK). 

Concluderà la mattinata uno scambio di elaborati realizzati dalle scuole coinvolte nel progetto Peregrinus.Insegnanti liguri e piacentini consegneranno alle delegazioni delle nazioni presenti copia dei lavori svolti e riceveranno elaborati provenienti dall’Irlanda, rinnovando l’impegno a percorrere insieme un cammino di amicizia, come cittadini europei consapevoli e attivi lungo questo Ponte tra Nazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.