È morto Camilo Guevara March, figlio del “Che”. Il ricordo del circolo “Granma” di Celle Ligure

Il figlio del leader rivoluzionario aveva quattro anni quando il padre fu assassinato in Bolivia 55 anni fa. Il figlio maggiore del leader rivoluzionario Che Guevara, Camilo, muore per un ictus durante un viaggio in Venezuela.


Nato all’inizio degli anni Sessanta, ha vissuto con passione la sua vita per preservare l’eredità del Che e garantire che le parole senza tempo di suo padre, così come le sue azioni, siano ricordate in tutto il mondo. Quando lo si guarda o si ascoltano le sue parole, è chiaro che Camilo Guevara è sempre stato inequivocabilmente figlio di suo padre.

Il suo aspetto lascia intendere come sarebbero maturati i noti tratti del Che se non fosse stato assassinato in Bolivia a soli 40 anni, al culmine del suo impegno antimperialista.
Pur non avendo un titolo ufficiale, l’attivista ha ribadito che i colloqui tra Washington e L’Avana potranno avere successo solo se gli Stati Uniti rispetteranno la sovranità cubana e rimuoveranno gli ostacoli che la stessa Washington ha piantato, soprattutto l’embargo economico – il più lungo della storia dell’umanità – e l’occupazione della Baia di Guantánamo da parte della Marina statunitense.

È stata ricordata anche la visita del Che in Medio Oriente, con Aleida che ha descritto la sua consapevole presa di coscienza della natura incandescente della regione a causa della colonizzazione, delle dure circostanze che circondano le sue popolazioni e delle infinite pressioni esercitate dalle grandi potenze che cercano di rubare le sue risorse, “soprattutto il suo petrolio”.
Riferendosi alle attuali divisioni nel mondo arabo all’esperienza del rivoluzionario marxista a Cuba, ha sottolineato l’importanza dell'”unificazione dei popoli”, soprattutto perché le divisioni settarie seminate dalle potenze coloniali europee minacciano pericolosamente l’unità del mondo arabo e la sua capacità di progresso.
Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha lamentato sul suo account Twitter la morte di Camilo Guevara March, figlio del guerrigliero eroico Ernesto Che Guevara. Molti messaggi dall’Italia, di condoglianze sono giunte in queste ore a Cuba. Voglio ricorda la figura di Camilo, piu’ volte ospite del nostro circolo , Granma di Celle Ligure , come una persona schiva ma determinata a proseguire la strada di suo papa’IL CHE, a portare avanti le battaglie della sua Cuba in nome delle idee socialiste.

Traduzione a cura di Roberto Casella
Circolo Granma

Fonte: Al Mayadeen edizione spagnola